Teaser Tuesdays <3

Ciao a tutti ❤ , buon martedì! Questo è il mio Teaser Tuesdays, spero vi piaccia. Ecco le regole:

  • Prendi il libro che stai leggendo a una pagina qualsiasi
  • Condividi un breve spezzone
  • Attento a non fare spoiler!
  • Riporta il titolo e l’autore del libro

“Il giorno della resa di Najibullah, quando la mamma si alzò dal letto era una donna nuova. Lavò i vetri, spazzò il pavimento, arieggiò la casa e fece un lungo bagno. Per la prima volta da cinque anni, dopo che Ahmad e Nur erano diventati shahid, non si vestì di nero. Indossò un abito di lino color cobalto a pois bianchi. La sua voce era stridula per l’eccitazione. […]                                                                                                                                     <<Ti strappi le sopracciglia>> disse la mamma mentre apriva un sacchetto di riso sul bancone della cucina.                                                                                                                           <<Un po’ soltanto.>>                                                                                                                               La mamma versò il riso in una grande pentola nera piena d’acqua. Si rimboccò le maniche e incominciò a rimestare con la mano.                                                                             <<Come sta Tariq?>>                                                                                                                              <<Suo padre è stato male>> rispose Laila.                                                                                        <<Quanti anni ha adesso?>>                                                                                                                <<Non lo so. Sessanta, credo.>>                                                                                                          <<Volevo dire Tariq>>                                                                                                                           <<Oh. Sedici.>>                                                                                                                                        <<È un bravo ragazzo. Non credi?>>                                                                                                 Laila fece spallucce.                                                                                                                                <<In realtà non è più affatto un ragazzo, ti pare? sedici anni. Quasi un uomo. Non credi?>>                                                                                                                                                                <<Dove vuoi arrivare, mamma?>>                                                                                                     <<Niente>> disse con un sorriso innocente.”

MILLE SPLENDIDI SOLI – KHALED HOSSEINI

Schermata 2016-07-14 alle 13.49.30

Questo è il libro che ho avuto da leggere dalla scuola per l’estate. Inizialmente non volevo leggerlo perché non ne avevo voglia, non ero nel mood adatto per questo genere di libro e in più la vedevo come una sorta di costrizione da parte della scuola e visto che penso che la lettura debba essere un piacere e non un dovere ero un po’ titubante. Devo ammettere però che, adesso che sono arrivata a metà libro, mi sta piacendo parecchio, è molto scorrevole e sono curiosa di scoprire come le storie di Mariam e Laila si intrecceranno.

Per oggi questo è tutto, spero che l’articolo vi sia piaciuto, fatemi sapere se avete letto questo libro, cosa ne pensate e qual è la vostra lettura del momento.

Ci sentiamo presto e ricordatevi…just one more chapter…Baciii ❤❤

Annunci

Buon compleanno!!

Ciao a tutti ❤ , oggi scrivo questo articolo un po’ diverso dal solito per dirvi BUON COMPLEANNO!!! Ieri questo blog ha compiuto un anno, il suo primo anno di vita e sono super contenta. Stento ancora a crederci che sia già passato un anno, un intero anno che condivido le mie passioni con voi e per questo volevo anche ringraziarvi per leggere i miei articoli, per consigliarmi nuovi film, serie TV e libri e per darmi la vostra opinione sulle cose di cui parlo. Ho creato questo blog un anno fa con un unico scopo ossia CONDIVIDERE. Non c’è niente di più bello che scambiare opinioni, leggere ciò che pensano gli altri su una cosa che a te è piaciuta o meno. È stupendo trovare persone che hanno amato ciò che hai amato tu, odiato ciò che hai odiato tu ma anche persone che hanno odiato ciò che tu hai amato e viceversa. Spero con tutto il cuore che questo percorso proseguirà a gonfie vele e che questo blog continuerà a crescere. Io continuerò a scrivere delle mie passioni e spero che anche voi continuerete a leggere ciò che scrivo e a scambiare con me le vostre passioni, i vostri interessi e le vostre opinioni. Concludo qui augurandovi ancora buon compleanno ❤ ❤ ❤

pin.jpg

P.S. Ne approfitto per informarvi che nel mese di settembre non usciranno articoli perché vivrò un mese a Londra e per questo i preferiti di agosto slitteranno ai preferiti di settembre poiché lì a Londra sarò super impegnata tra studio e visite quindi non avrò tempo di leggere, di guardare film e serie TV. Credo anche che usciranno altri articoli prima che io parta, spero vi piacciano ❤

 

Teaser Tuesdays <3

Ciao a tutti ❤ , so che oggi non è martedì ma mercoledì però ieri non ho fatto in tempo a caricare questo articolo quindi lo pubblico oggi. Spero vi vada bene lo stesso. Ne approfitto anche per dirvi che spero abbiate passato un buon Ferragosto e che vi siate divertiti.  Detto questo passo subito a elencarvi le regole del Teaser Tuesdays.

  • Prendi il libro che stai leggendo a una pagina qualsiasi
  • Condividi un breve spezzone
  • Attento a non fare spoiler!
  • Riporta il titolo e l’autore del libro

“Ma era proprio quella la fregatura: a volte il sangue demoniaco aveva la meglio. Sapevo che era sbagliato. Lo capivo perfettamente, ma alla fine non aveva importanza.                   <<Sapevamo che sarebbe potuto succedere>> ringhiò Elijah. <<Che questo giorno…>>         Abbot gli lanciò un’occhiata che lo ridusse al silenzio, e io mi chiesi di cosa diavolo stesse parlando quel tizio. Senza dubbio stava per dare la colpa di tutto al mio sangue corrotto. Chiudendo gli occhi, inspirai a fondo. Immediatamente vidi la faccia maciullata del poveretto che era stato posseduto. Mai in tutta la mia vita avrei dimenticato quel viso. Rabbrividendo, mi imposi di aprire gli occhi e il mio sguardo cercò tra i presenti un volto in particolare. Mi schiarii la gola. <<Dov’è Zayne?>>”

CALDO COME IL FUOCO – JENNIFER L. ARMENTROUT

caldo come il fuoco

Non avevo in programma di leggere questo libro anche se sapevo della sua esistenza. Non mi ero mai interessata e non sapevo neanche di cosa parlasse. Però mi andava di leggere un libro leggero e soprattutto non impegnativo e ho letto la trama di questo. Già conoscevo l’autrice perché di suo ho letto tutta la serie Lux che mi è piaciuta molto quindi era per me come una garanzia. Inoltre sapevo mi sarebbe piaciuto perché con questo genere vado sul sicuro. Mi è sempre piaciuto l’urban fantasy e il paranormal romance infatti mi sta piacendo tantissimo e credo lo finirò a breve. È un libro che può piacere solo agli amanti del genere quindi se vi piace vi consiglio di dargli una possibilità perché lo amerete mentre se non vi piace non provateci nemmeno perché è quasi sicuro che vi deluderà.

Per oggi questo è tutto, spero che l’articolo vi sia piaciuto, fatemi sapere se avete letto questo libro, cosa ne pensate e qual è la vostra lettura del momento.

Ci sentiamo presto e ricordatevi…just one more chapter…Baciii ❤❤

Film del mese – luglio 2017

Ciao a tutti ❤ , oggi vi voglio parlare del mio film preferito del mese di luglio che è un film di guerra, dato il mio amore spassionato per questo genere. È un film del 2016 che si chiama Mine.

53407.jpg

Ecco gli attori del cast e i personaggi che interpretano:

  • Armie Hammer –  Mike Stevens

Mike è il protagonista del film ed l’unico personaggio che vediamo per la maggior parte della durata della pellicola. È un soldato che è in missione con il suo migliore amico in un posto che non ci viene precisato forse Afghanistan o qualcosa di simile. Sappiamo che però si trova nel deserto. E lo vediamo sempre fermo nello stesso posto perché calpesta una mina e quindi non si può muovere altrimenti la mina esploderà. È un attore fenomenale perché da solo riesce a gestire tutta la situazione. Riusciamo a percepire quello che prova e quello che pensa anche se rimane quasi sempre in silenzio essendo solo. È veramente fantastico.

  • Annabelle Wallis – Jenny

Jenny è la moglie di Mike. Appare molto raramente nel film, all’inizio, in alcuni flashback e in qualche allucinazione. Non so quindi dare una valutazione al suo personaggio. Diciamo che è un personaggio importante per Mike ma non tanto per lo spettatore, o meglio è importante per lo spettatore solo per il ruolo d’importanza che ricopre nella vita di Mike.

  • Tom Cullen – Tommy Madison

Tommy è il migliore amico di Mike. Ho apprezzato molto questo personaggio perché è un punto fermo della vita di Mike. Anche dopo la sua morte che avviene nei primi minuti del film continua a rimanere tale soprattutto quando compare nelle sue allucinazioni. Gli trasmette forza e sicurezza in una situazione disperata ed è per questo che mi è piaciuto molto.

  • Clint Dyer – il Berbero

Il Berbero è un personaggio che non compare da vivo ma sempre sotto forma di allucinazione. È un personaggio abbastanza bizzarro, sembra di sapere tutto, si comporta come una sorta di psicologo nei confronti di Mike anche se non sempre chiaro quello che dice.

  • Geoff Bell – padre di Mike

Il padre di Mike compare ancor meno della moglie e in particolare in qualche flashback e in un’allucinazione. Ma già dalle poche clip che vediamo sembra un personaggio odioso. Percepiamo questo soprattutto tramite le emozioni e le sensazioni di Mike e tramite queste riusciamo a capire sin da subito che c’è dell’astio tra di loro.

Il film parla del soldato Mike che è con il suo migliore amico in missione in un luogo che non ci viene presentato ma sembra essere Afghanistan o qualcosa di simile. Non sappiamo neanche perché combatte e contro chi. L’unica cosa che sappiamo è che si trovano nei pressi di un deserto. I due si avviano attraverso il deserto per raggiungere il villaggio più vicino ma Tommy, il migliore amico di Mike mette il piede su una mina e muore. Subito dopo anche Mike calpesta qualcosa, nella sua mente scatta qualcosa  e capisce di trovarsi anche lui con il piede su una mina. Chiama subito i soccorsi ma questi gli dicono che arriveranno solo dopo 52 ore. Quindi vediamo Mike che cerca di sopravvivere in solitudine, con le provviste e l’acqua che si esauriscono pian piano, sotto il sole del deserto, senza poter muovere il piede e soprattutto lo seguiamo attraverso il suo percorso interiore.

Ho adorato questo film perché si è rivelato essere molto al di sopra di quello che mi aspettavo. Pensavo fosse il solito film di guerra che anche se ovviamente sapevo mi sarebbe piaciuto, perché amo questo genere di film, non sarebbe andato oltre. Cioè mi ero preparata a vedere la storia di questo soldato che si prepara a superare le 52 ore senza provviste e senza sollevare il piede dalla mina. Invece si è rivelato essere un film molto più profondo perché Mike è un uomo tormentato e che durante le ore nel deserto cerca di farsi un esame di coscienza e cerca di capire cosa non va nella sua vita e che errori ha commesso. La mina diventa una metafora per la paura di proseguire. A differenza di un normale personaggio incastrato da qualche parte che vorrebbe muoversi ma non può, Mike invece potrebbe muoversi ma non vuole. Ha paura, non vuole togliere il piede perché ha paura di fare l’ennesimo passo falso della sua vita. Rimugina sugli errori commessi e si rende conto di essere scappato in guerra nel deserto pur di fuggire da loro, con uno scafandro addosso così nulla lo toccherà, ma alla fine deve imparare a camminare di nuovo. E adesso bloccato con il piede sulla mina è come se si trovasse costretto ad affrontare e sconfiggere i suoi demoni. Man mano che si disidrata incomincia ad avere le allucinazioni, vede sua moglie, suo padre, un strano uomo del posto che chiama Berbero, la figlia di questo e il suo migliore amico morto. Tutti gli fanno capire qualcosa di importante sulla sua vita e diventano il suo punto di riferimento nella solitudine. La fine, che non vi dirò ovviamente, è a dir poco sconvolgente, non me l’aspettavo affatto ed è stato fantastico, mi ha fatto adorare ancora di più questo film. Lo consiglio vivamente a tutti, vedetelo perché avrà qualcosa da comunicare a ognuno di noi.

4A7GSPjxWRGsZj2W9ZYQpu2suDx.jpg

mineeb_1

Per oggi questo è tutto, spero che l’articolo ci sia piaciuto, fatemi sapere se avete visto questo film e cosa ne pensate.

Ci sentiamo presto e ricordate…just one more chapter…Baciii ❤ ❤ ❤

Teaser Tuesdays <3

Ciao a tutti ❤ , oggi è martedì quindi è giunta l’ora del Teaser Tuesdays. Non ho premesse da fare quindi passo subito a ricordarvi il regolamento.

  • Prendi il libro che stai leggendo a una pagina qualsiasi
  • Condividi un breve spezzone
  • Attento a non fare spoiler!
  • Riporta il titolo e l’autore del libro

“Signore, dobbiamo sbrigarci”, sussurrò Pen. Mazza Chiodata grugnì distrattamente, accelerando il passo, trasportando Kelsea attraverso l’enorme portale e nell’ampio ingresso. La giovane regina sentiva l’odore del proprio sangue. Tutti i suoi sensi sembravano essersi fatti più acuti. Ogni torcia accesa le sembrava brillare come il sole ma, quando lanciò un’occhiata in direzione di Mazza Chiodata, vide che il suo volto era celato dall’oscurità. Le guardie parlavano tra loro,a  bassa voce. I loro mormorii erano assordanti, ma non riusciva a cogliere le parole. La tiara le stava cadendo dal capo.            “La corona sta cadendo”.                                                                                                                       Mazza Chiodata tese i muscoli del braccio che la sosteneva. Allungando l’altra mano verso una parete, toccò qualcosa d’invisibile agli occhi di Kelsea. La giovane regina vide con stupore una porta segreta spalancarsi. Oltre essa, l’oscurità più totale. “Farò di tutto perché non accada, mia signora”.                                                                                                        “Anch’io”, aggiunse Pen. Mentre attraversavano l’uscio buio, Kelsea sentì una mano sistemarle gentilmente la corona sul capo.”

THE QUEEN OF THE TEARLING – ERIKA JOHANSEN

THE QUEEN OF TEARLING

Questo libro mi sta piacendo parecchio, credo di essere entrata nel vivo della narrazione e non vedo l’ora di andare avanti. Per adesso i miei personaggi preferiti sono Mazza Chiodata e soprattutto Fetch e vorrei saperne di più sul suo personaggio. se avete letto il libro saprete di chi sto parlando.

Per oggi questo è tutto, spero che l’articolo vi sia piaciuto, fatemi sapere se avete letto questo libro, cosa ne pensate e qual è la vostra lettura del momento.

Ci sentiamo presto e ricordatevi…just one more chapter…Baciii ❤❤

 

Serie TV del mese – luglio 2017

Ciao a tutti ❤ , oggi voglio parlarvi della mia serie TV preferita del mese di luglio cioè ‘The handmade’s tale’.

Hulu_TheHandmaidsTale_2sheet.jpg

Prima puntata: 26 aprile 2017

Ultima puntata: 14 giugno 2017

Numero puntate: 10

Durata di una puntata: 60 minuti

Numero di stagioni: 1 ma rinnovata per la seconda

Rete: Hulu

Cast: 

  • Elisabeth Moss -> Difred
  • Joseph Fiennes -> Fred Waterford
  • Yvonne Strahovski -> Serena Waterford
  • Alexis Bledel -> Diglen
  • Madeline Brewer -> Diwarren
  • Ann Dowd -> zia Lydia
  • O. T. Fagbenle -> Luke Bankole
  • Max Minghella -> Nick Blaine
  • Samira Wiley -> Moira

The handmade’s tale è una serie tratta dal romanzo ‘Il racconto dell’ancella’ di Margaret Atwood che non ho mai letto, quindi non so farvi un paragone con il libro. La serie è ambientata in un futuro distopico che ho trovato molto interessante da analizzare se vi piace il genere. È un mondo dove la maggior parte delle donne non può avere figli e quella ristretta percentuale di donne fertili sono costrette a stare chiuse in una residenza speciale, pregare, uscire a fare la spesa sempre in coppia, sottoporsi a strane cerimonie e hanno il compito di portare in grembo il figlio della coppia che ha deciso di avere un bambino e una volta partorito sono costrette ad abbandonare il neonato. Tramite dei flashback scopriamo anche cosa è successo e come si è arrivati a vivere in una società del genere. Seguiamo in particolare le vicende di Difred, un’ancella che decide di ribellarsi al sistema. È una serie davvero ben struttura e curata in ogni particolare, anche abbastanza complicata, cioè devi stare dietro alla storia per capirla al meglio, è questo è senz’altro un punto a favore perché significa che è fatta bene. In alcuni momenti è anche angosciante e trovo che anche questo sia un suo punto a favore perché stiamo parlando di un distopico quindi l’angoscia è una componente fondamentale a mio parere. I personaggi sono fantastici, anche loro molto ben caratterizzati e riescono a tenere lo spettatore incollato allo schermo. Ha avuto molto successo appena uscita e visto che ne ho sentito molto parlare ho deciso di iniziarla anche per farmi una mia opinione personale. Quindi in generale posso dire che mi è piaciuta molto e se vi piace il genere distopico ve la consiglio calorosamente. Sono molto curiosa di sapere coda accadrà nella prossima stagione.

gallery-1484162813-s007c003-160914-r1kl.jpg

Per oggi questo è tutto, spero che l’articolo vi sia piaciuto, fatemi sapere se avete visto questa serie e cosa ne pensate.

Ci sentiamo presto e ricordate…just one more chapter…Baciii ❤ ❤ ❤

Citazione del mese – luglio 2017

Ciao a tutti ❤ , ebbene si anche luglio si è concluso, quindi iniziano i preferiti del mese. Oggi vi parlerò della mia citazione preferita del mese di luglio. In realtà non è solo una ma sono due entrambe provenienti dal libro ‘Spada di vetro’ di Victoria Aveyard.

41knzS8LZiL._SX323_BO1,204,203,200_

Le citazioni sono:

“Se sono davvero una spada, sono fatta di vetro e sento che comincio a frantumarmi.”

“Ma io sono solo una, una ragazzina ormai incapace di sorridere. Sebbene lo nasconda agli altri dietro la mia maschera di fulmini, quella ragazzina è ancora lì, sconvolta e con gli occhi sbarrati dalla paura. La respingo in ogni attimo di lucidità, ma continua a perseguitarmi. Non se ne va mai.”

Ho scelto queste citazioni perché sono state le più belle del libro. Sia il primo che il secondo libro mi sono piaciuti molto e anche la protagonista femminile Mare mi è stata simpatica fin da subito e queste due citazioni la rispecchiano al meglio. In realtà anche io mi rispecchio un po’ in esse, ecco perché mi hanno colpito tanto. Mi sento molto in empatia con Mare e questa è stata la cosa più bella di entrambi i libri. Spero piacciono anche a voi.

Per oggi questo è tutto, spero che l’articolo e la citazione vi sia piaciuta e fatemi sapere cosa ne pensate. Fatemi sapere anche se avete letto questa trilogia e cosa ne pensate.

Ci sentiamo presto e ricordate…just one more chapter…baciii ❤ ❤ ❤

Teaser Tuesdays <3

Ciao a tutti ❤ , oggi è martedì quindi questo è il Teaser Tuesdays, ma è molto particolare perché è la prima volta che ci saranno due teaser. Questo perché in questo preciso momento sto leggendo due libri contemporaneamente e non è una cosa che faccio solitamente. Iniziamo subito ricordando le regole:

  • Prendi il libro che stai leggendo a una pagina qualsiasi
  • Condividi un breve spezzone
  • Attento a non fare spoiler!
  • Riporta il titolo e l’autore del libro

“L’uomo rimase immobile per un istante, con un’espressione indefinibile negli occhi. Poi, inaspettatamente, fece un inchino, così profondo ed esagerato da risultare falso. “Potete chiamarmi Mazza Chiodata, se lo desiderate maestà. Lo fanno quasi tutti”. Poi se ne andò, il suo mantello grigio scomparve nelle ombre del crepuscolo. Kelsea si ricordò di avere in mano una spazzola e si girò per occuparsi della cavalla. Mentre si dava da fare, si abbandonò ai pensieri della mente. Forse essere audace li conquisterà. Non guadagnerai mai il rispetto di questa gente: sarai fortunata se sopravviverai fino alla Fortezza.Forse si, ma devo tentare qualcosa. Come se avessi scelta. Non puoi fare altro se non quello che ti dicono loro. Sono la regina, non devo sottostare ai loro ordini. È quello che pensa la maggior parte delle regine, finché non le viene tagliata la testa.”

THE QUEEN OF THE TEARLING – ERIKA JOHANSEN

THE QUEEN OF TEARLING

Volevo leggere questo libro da tantissimo tempo e quasi non ci credo che io l’abbia iniziato veramente. Oltre alla fantastica edizione la storia sembra molto interessante anche se sto ancora all’inizio. Spero che non deluda le mie aspettative e che mi piaccia veramente. Adesso passiamo al secondo teaser.

“<<Quando sarai una Otto e inizierai il tuo volontariato, prova a fare qualche ora al Centro Pericultura>> suggerì Mamma.                                                                                              <<Si, credo che lo farò>> disse Lily. Poi si inginocchiò accanto alla cesta.                                <<Come hai detto che si chiama? Gabriel? Ehi, Gabriel>> disse cantilenante e rise tra sé. <<Oooops>> bisbigliò. <<Credo che si sia addormentato. Farò meglio a stare zitta>>.            A Jonas, tornato alla scrivania per finire i compiti, sfuggì un sorriso. Figuriamoci, pensò. Lily non stava mai zitta. Probabilmente l’ideale per lei sarebbe stato fare la Speaker, per starsene seduta tutto il giorno a fare annunci al microfono. Sorrise, immaginandosi la sorella comunicare, con quel tono risoluto che era proprio di tutti gli Speaker, annunci del tipo “ATTENZIONE! SI RICORDA A TUTTE LE BAMBINE SOTTO I NOVE CHE I NASTRI PER CAPELLI DEVONO ESSERE SEMPRE BEN LEGATI”.”

THE GIVER – LOIS LOWRY

cop-low-the-giver-HPPIS845

Ho iniziato puramente per caso questo libro perché non era in programma che lo leggessi. L’ho trovato sul’app Kindle per Android e spinta dalla curiosità, perché ne avevo sentito parlare molto bene, ma anche perché è molto corto ho deciso di iniziarlo. Devo ammettere che si sta rivelando una vera sorpresa e non vedo l’ora di continuare la storia.

Per oggi questo è tutto, spero che l’articolo vi sia piaciuto, fatemi sapere se avete letto questi libri, cosa ne pensate e qual è la vostra lettura del momento.

Ci sentiamo presto e ricordatevi…just one more chapter…Baciii ❤❤❤

 

 

 

 

 

 

Let’s talk about…books!

Ciao a tutti ❤ , anche oggi parliamo di un libro che ho letto un po’ di tempo fa e che mi è piaciuto molto. Il libro in questione è ‘Io sono il messaggero’ di Markus Zusak lo stesso autore di ‘Storia di una ladra di libri’ da cui è stato tratto anche un film bellissimo.

731978882005HIG_1.JPG

Titolo: Io sono il messaggero

Autore: Markus Zusak

Casa editrice: Frassinelli

Numero di pagine: 404

Prezzo di copertina: 17,90€

Trama: L’esistenza di Ed Kennedy scorre tranquilla. Fino al giorno in cui diventa un eroe. Ed ha diciannove anni, una passione sfrenata per i libri, un lavoro da tassista piuttosto precario che gli permette di vivacchiare, e nessuna prospettiva per il futuro. Quando non legge, passa il tempo con gli amici giocando a carte davanti a un bicchiere di birra o porta a spasso il Portinaio, il suo cane, che beve troppo caffè e puzza anche quando è pulito. Con le donne non è particolarmente disinvolto, perché l’unica ragazza che gli interessi davvero è Audrey, la ragione per cui è rimasto in quel posto senza vie d’uscita. Capace di colpirlo al cuore con una frase: “Sei il mio migliore amico”. Non serve una pallottola per uccidere un uomo, bastano le parole. Tutto sembra così tremendamente immutabile: finché il caso mette un rapinatore sulla sua strada, e Ed diventa l’eroe del giorno. Da quel momento, comincia a ricevere strani messaggi scritti su carte da gioco, ognuno dei quali lo guida verso nuove memorabili imprese. E mentre Ed diventa sempre più popolare, mentre nota una luce diversa negli occhi di Audrey e la gente lo saluta per strada, inizia a domandarsi: da dove arrivano i messaggi, chi è il messaggero?

Citazioni: << A volte le persone sono belle.                                                                                                              Non per come sembrano.                                                                                                                        Non per come parlano.                                                                                                                         Proprio per quello che sono.>>

<<E temo che niente finirà veramente. Le cose continuano, fino a quando la memoria è in grado di trovare un punto debole nella tua mente e crearsi un varco>>

<<Vi domando: che cosa fareste al posto mio? Ditemelo. Per favore! Ma voi siete lontani. Le vostre dita girano queste pagine bizzarre che in qualche modo collegano la mia vita alla vostra. I vostri occhi sono al sicuro. Questa storia occupa solo alcune altre centinaia di pagine della vostra mente. Per me, invece è qui. È adesso. Devo affrontare la cosa. Niente sarà più lo stesso. Ucciderò quest’uomo e morirò anch’io, dentro. Ho voglia di urlare. Di urlare e di chiedere perché.>>

Il libro secondo Arianna: Il protagonista del libro è Ed, un ragazzo qualunque, direi quasi anonimo che un giorno interviene in una rapina e diventa un’eroe. Dopo quell’evento si vede recapitare per posta un busta che contiene una carta, in particolare un asso di quadri. Sulla carta ci sono scritti tre indirizzi e tre orari differenti e Ed decide di recarsi alle tre case scoprendo che per ognuna di esse deve fare qualcosa per migliorare la vita delle persone che ci abitano. Portato a termine il suo compito gli viene recapitata un’altra carta, un asso di fiori, e così via. Ho trovato questo libro molto originale perché non avevo mai letto di un argomento simile. Ho amato follemente l’organizzazione del libro, il fatto che è diviso in quattro parti, ognuna per ogni seme e che ogni parte è divisa a sua volta in 13 capitoli, ognuno per ogni carta cioè asso, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, J, Q, K. Spero di essermi spiegata bene e di essermi fatta capire. È tutto molto interessante, la storia è molto avvincente e man mano che leggevo non vedevo l’ora di scoprire quale sarebbe stata la prossima carta o le prossime missioni. Ho adorato tantissimo anche la conclusione del libro. Il mio obiettivo era proprio arrivare alla fine, mi sentivo che sarebbe stata grandiosa, che sarebbe stato lì che tutte le domande avrebbero trovato una risposta e avevo delle aspettative molto alte. Infatti non sono state per niente deluse, la fine è stata la parte che ho preferito. Anche se non è diventato uno dei miei libri preferiti mi ha fatto passare delle ore molto piacevoli e in generale è stata una bella lettura quindi mi sento di consigliarvela.

Per oggi questo è tutto, spero che l’articolo vi sia piaciuto, fatemi sapere se avete letto questo libro e cosa ne pensate,

ci sentiamo presto e ricordate…just one more chapter…Baciii ❤ ❤ ❤

Teaser Tuesdays <3

Ciao a tutti ❤ , oggi è martedì quindi è giunta l’ora del Teaser Tuesdays. Se siete ancora nuovi con questa rubrica vi ricordo le regole:

  • Prendi il libro che stai leggendo a una pagina qualsiasi
  • Condividi un breve spezzone
  • Attento a non fare spoiler!
  • Riporta il titolo e l’autore del libro

“Il fulmine ha lo stesso potere distruttivo del fuoco e ci lasciamo alle spalle una scia di corpi inermi. Dico a me stessa che sono soltanto svenuti ma, nella foga della battaglia, non posso averne la certezza. Non riesco a controllare le scariche elettriche con la stessa facilità con cui le genero ed è probabile che io abbia ucciso un paio di agenti. Non m’interessa e non importa neanche a Farley, che continua ad affondare il suo coltellaccio nelle ombre in cui ci imbattiamo. quando giungiamo a destinazione, la lama che stringe in mano è ormai intrisa di sangue argenteo. troviamo ad attenderci una porta piuttosto ordinaria. Al suo interno, però, avverto qualcosa di straordinario: una macchina enorme che emana energia elettrica.                                                                                                               <<Ci siamo. La sala dei registri>> annuncia Cal. Tiene lo sguardo fisso sulla porta, incapace di osservare la strage che abbiamo compiuto. Come promesso, inonda di fiamme il corridoio intorno a noi e innalza un muro di fuoco per proteggerci, mentre ci mettiamo all’opera.”

SPADA DI VETRO – VICTORIA AVEYARD

41knzS8LZiL._SX323_BO1,204,203,200_

Purtroppo la lettura di questo libro sta procedendo parecchio a rilento e devo ammettere che mi sta piacendo di meno rispetto al primo volume. Spero veramente che si riprenda man mano che vado avanti perché ho molte aspettative per questa serie.

Per oggi questo è tutto, spero che l’articolo vi sia piaciuto, fatemi sapere se avete letto questo libro, cosa ne pensate e qual è la vostra lettura del momento.

Ci sentiamo presto e ricordatevi…just one more chapter…Baciii ❤❤❤